Orsato

Non ci saranno provvedimenti per Daniele Orsato dopo Juventus-Roma dell’ultima giornata di Serie A. Secondo Sportmediaset sarebbe questa la decisione posizione dell’AIA e del designatore Gianluca Rocchi di fronte alla direzione di gara del fischietto veneto all’Allianz Stadium.

La decisione dell’AIA su Orsato

Da quanto si apprende, il rigore concesso ai giallorossi per il contatto Szczesny-Mkhitaryan con mancata applicazione della norma del vantaggio è stato ritenuto dai vertici arbitrali un qualcosa di penalizzante nei confronti della squadra di Mourinho, ma allo stesso tempo un “errore-non errore“.

Orsato insomma avrebbe preso con fermezza – e in un tempo davvero ridotto – una decisione di per sé corretta. L’immediato gol di Abraham avrebbe trasformato il suo interventismo in precipitazione dannosa per la Roma. La conseguenza di queste valutazioni è che – si legge sempre su Sportmediaset – “l’AIA, pur ammettendo che i giallorossi ne escano penalizzati, non se la sente di bocciare la prova di Orsato: ammette che sarebbe stata opportuna un po’ di pazienza e una migliore lettura della situazione, ma la prestazione dell’arbitro veneto non viene ritenuta nel complesso negativa e quindi non porterà alla sospensione”. 

Inoltre, sempre nel caso dell’azione contestata dalla Roma, un focus lo merita anche l’ipotetico tocco di mano con cui Mkhitaryan avrebbe servito Abraham. In tal senso, il pensiero dell’AIA è definito. Se Orsato avesse concesso il vantaggio, il VAR rivedendo l’azione avrebbe segnalato l’infrazione cronologicamente precedente (il fallo da rigore del portiere), cancellando di fatto ogni evento successivo. Inoltre, con l’armeno in caduta dopo il fallo subìto, difficilmente il suo ‘mani’ sarebbe stato da considerare punibile.

SZCZESNY PARA RIGORE A VERETOUT: NUMERI RECORD PER LUI

Rispondi