Milan Castillejo

Samuel Castillejo, attaccante del Milan, si prende una bella rivincita dopo i tanti rumors di mercato che lo mettevano fuori dal progetto rossonero ma soprattutto a corto di pretendenti. Lo spagnolo è stato autore di una bellissima prova che ha permesso ai suoi di ribaltare il match contro il Verona da 0-2 a 3-2 procurandosi un rigore e propiziando l’autogol dei rivali.

Al termine della sfida, complice la grande emozione, Castillejo non ha retto ed è scoppiato in un pianto a dirotto. I compagni e il mister sono andati ad abbracciarlo per sostenerlo e congratularsi per la bella partita fatta. Al termine del match, l’esterno d’attacco ha parlato a DAZN e a Milan Tv confidando tutte le sue emozioni.

Milan, parla Castillejo

“I momenti di difficoltà arrivano nel calcio e spetta a noi cambiare. Ho vissuto un brutto periodo perché stavo giocando poco. Non è facile stare fuori. Contro il Verona il mister mi ha dato fiducia ed è andata bene. Ho tirato fuori tutto quello che avevo dentro, comprese le emozioni”, ha detto Castillejo a DAZN.

Ancora più belle le sue parole a Milan TV: “Le mie lacrime dicono tutto per il periodo che ho passato e che sto passando. Sono un ragazzo a cui piace lasciare l’anima in campo. Grazie alla mia famiglia, agli amici e a dio sono riuscito. Ieri non mi voleva neanche mia mamma e oggi posso esultare con i tifosi a casa mia”. E ancora: “A volte non dipende da un singolo ma da tante altre cose. Il cuore e l’anima l’ho messa sempre ogni volta che ho giocato per questa squadra. Sono contento per me e la mia famiglia che hanno vissuto questo periodo difficile con me. Sono molto contento per aver vinto questa partita e aver dimostrato la grande famiglia che siamo”.

Un pensiero su “Milan, Castillejo in lacrime: “Non mi voleva neppure mia madre. Adesso…””

Rispondi