Koopmeiners

Teun Koopmeiners ha tracciato un bilancio del suo primo mese in Italia dopo l’arrivo all’Atalanta. L’olandese ha parlato a L’Eco di Bergamo relativamente al suo ambientamento in città e, ovviamente, nella sqiadra di Gian Piero Gasperini.

CALCIO – “Qui si fa un calcio diverso, ma sto bene e devo capire come stare in partita e trovare il ritmo”, ha detto Koopmeiners. “L’Atalanta per me un salto di qualità e mi ha offerto il progetto più intrigante. Voglio dare il massimo per tornare in Champions ma dobbiamo ragionare partita per partita”.

PRIVATO – “Vivo a Bergamo con la mia fidanzata, eravamo insieme anche in Olanda. Bergamo è viva, ma non troppo caotica, un po’ come Alkmaar da cui vengo. Mi piace la gente, il tifo è più caloroso, più rumoroso che in Olanda. Mi ha fatto sorridere lo striscione “RoboKoop”, molto divertente, anche se il mio soprannome in realtà è Koopie“, ha concluso il centrocampista olandese.

Rispondi