Aguero

Lunga intervista concessa da Sergio Aguero a El Pais. L’attaccante argentino ha toccato diversi temi relativi al suo passaggio al Barcellona soffermandosi in modo particolare sulla scelta di dire sì ai blaugrana ma anche sull’addio dell’amico Lionel Messi, passato al Paris Saint-Germain alcuni giorni dopo la sua firma in Catalogna.

SCELTA – Per Aguero non sembrano esserci rimpianti riguardo al sì al Barcellona: “Siamo onesti: quale giocatore non vorrebbe essere al Barcellona, a prescindere che se la passi bene o male? Sono arrivato con l’aspettativa di giocare con Leo e che si costruisse una buona squadra, che era ciò che il club stava cercando di fare. Quando mi hanno chiamato ho pensato: ‘Non mi interessa quanto mi paghino, voglio aiutare la squadra dando il massimo”.

MESSI – Parole forti sull’addio di Messi: “È stato un momento di shock, stava male. Quando l’ho scoperto non ci potevo credere. Quel sabato andai a trovarlo a casa sua. E, per la mia personalità, visto che non lo vedevo bene, ho cercato di fargli dimenticare quello che era successo. Ho visto che era a pezzi e stava cercando di distrarlo”.

Rispondi