Pioli

4 marzo 2018, un giorno che la mente di tanti sportivi vorrebbero non ricordarsi. Il giorno della morte di Davide Astori. All’hotel Là di Moret di Udine, in un’apparente normale trasferta, il difensore all’epoca della Fiorentina lasciò tutti per sempre, nel letto della sua stanza d’albergo. Da quel giorno, tutto il mondo del pallone lo ricorda con grande emozioni. Lo hanno ricordato anche in queste ore Stefano Pioli, mister del difensore in quel giorno terribile, e l’Ussi Sardegna che ha voluto omaggiare il tecnico con un premio proprio in memoria del compianto difensore.

“Ogni volta che ricevo una chiamata improvvisa rivivo quel trauma, che credo nessuno abbia mai superato. Dobbiamo però continuare con i bei ricordi perché Davide è con noi e i suoi insegnamenti e la sua serenità interiore possono sempre aiutarci”, ha detto Pioli, oggi allenatore del Milan, in occasione della premiazione. “Abbiamo sempre avuto un rapporto vero con Davide, spesso quando ne avevamo bisogno ci siamo appoggiati a vicenda. Difficilmente ho trovato un ragazzo così disponibile e sempre pronto a mettersi al servizio dei compagni di squadra. Trasmetteva il piacere di stare con i compagni e nell’essere guida e leader, sapeva sempre dire le cose giuste al momento giusto“.

Rispondi