Stefano Pioli

Vigilia di campionato per il Milan di Stefano Pioli che domani sfiderà l’Atalanta nel posticipo domenicale della settima giornata di Serie A. Il tecnico rossonero ha parlato in conferenza stampa presentando il match. Queste le sue principali parole:

“Dopo il famoso 5-0 a Bergamo è iniziato il nostro cammino con l’arrivo di Kjaer, Ibra e Saelemaekers. Domani è il compleanno di Ibra ma non è finito il suo percorso. Domani giochiamo contro una grande del nostro campionato. L’abbiamo preparata con la giusta attenzione“, ha detto Pioli.

Su Ibrahimovic: “Zlatan non sarà dei convocati ma sta meglio, sfrutterà la sosta per stare meglio e mi auguro che valga anche per i suoi compagni. Concentriamoci solo su domani, vogliamo farlo giocando una bella partita. Non so quanti anni possa ancora giocare, per il suo entusiasmo potrei anche dire che può giocare in eterno, con questa testa qui Zlatan va sopra qualsiasi difficoltà. Ha una motivazione e passione per questo sport veramente incredibile. Mi piacerebbe regalargli la longevità, se potessi fargli un regalo gli allungherei la carriera più possibile”.

Su Kessie e il rinnovo: “Non mi preoccupa perché gli atteggiamenti di Franck sono i migliori possibili, gli stessi che aveva nella passata stagione: lavoro, serietà, professionalità. È lo stesso giocatore dell’anno scorso, che non sia al 100% ci sta. È ancora un po’ indietro nelle sue potenzialità, con le Olimpiadi e l’infortunio ci sta che abbia perso qualcosina. Franck è molto forte, fa parte di quei giocatori che possano dare un apporto importante. È sbagliato giudicare le prestazioni in base al contratto. Valuto per quello che mi da sul campo, ci sono tantissimi giocatori in tantissime squadre che sono in scadenza ma non c’è tutto questo clamore. C’è una trattativa, arriverà il momento delle decisione, negative o positive che siano. Non sono preoccupato”.

Rispondi