Danilo

La Juventus non ha un problema di autostima. Ne è convinto il difensore bianconero Danilo che ai microfoni di Repubblica rilancia le ambizioni del suo club in chiave scudetto e non solo.

“Quando si cambia, non sempre le cose vanno subito come si vuole. Per esempio Guardiola, al suo primo anno al Manchester City, prese venti punti da Conte e dal suo Chelsea. Ci vuole pazienza, serve tempo per far entrare le idee nella testa dei calciatori”, ha detto Danilo.

E ancora su Guardiola: “Non si rilassa mai penso che anche a casa posizioni moglie e divano come se fossero dei giocatori in campo”. “È con Guardiola che ho cambiato il mio modo di vedere le cose. Ho giocato poco con lui? Sì, ma la colpa è stata anche di un infortunio nella seconda stagione, perché il primo anno in metteva quasi sempre, ma è vero che non è facile avere un rapporto lui: non è mai rilassato, pensa al calcio tutto il giorno. Secondo me a casa la sera posiziona la moglie e il divano come fossero giocatori in campo”.

Sulle ambizioni della Juventus: “Abbiamo battuto i campioni d’Europa in carica, no? (il Chelsea in Champions ndr). L’obiettivo comunque è vincere lo scudetto. È vero che siamo partiti male, ma ho imparato che la Juve sa risorgere. Come si dice qui, la Juve non molla mai”.

Rispondi