Sacchi

Pensiero illustre quello dell’ex mister e CT Arrigo Sacchi che nel corso di un’intervista a La Gazzetta dello Sport ha fatto il punto sulla Serie A e sulla lotta per lo scudetto.

LOTTA A TRE – “Non sono un mago, però Inter, Milan e Napoli stanno andando forte, mentre la Juventus ha ancora problemi da risolvere. È possibile che sia una lotta a tre. E mi farebbe piacere perché mi riporterebbe indietro nel tempo quando noi del Milan battevamo il giocatore più forte del mondo, dimostrando che una squadra valeva più di un singolo anche se quel singolo si chiamava Maradona”, ha detto Sacchi.

ANALISI – Poi nello specifico sulle varie squadre: “Il Napoli? Non mi ha sorpreso ma aspetto prima di dare un giudizio definitivo. Posso dire che Spalletti sta facendo un ottimo lavoro e la cosa mi rende felice: l’ho sempre stimato e so che adesso ha la possibilità di trasmettere una personalità forte al suo gruppo. Gli serve trovare la continuità”, ha detto Sacchi. Sull’Inter di Inzaghi: “Lui è bravo, ha mantenuto l’ossatura della passata stagione, non ha cambiato modulo. È partito un attaccante formidabile come Lukaku, ma i gol l’Inter li segna lo stesso. Questo vuol dire che è il gioco a produrre i gol, prima ancora dei giocatori. Dai nerazzurri mi aspetto più coraggio”. Infine sul Milan: “Come modo di giocare e di stare sul campo il Milan è una squadra europea. Sta facendo benissimo. Qualche volta, tuttavia, anche i rossoneri devono imparare a prendersi qualche rischio in più. Sono tutti ragazzi, non hanno tanta esperienza e quindi devono sopperire a questo gap con il gioco e con la compattezza del gruppo”.

Rispondi