Lukaku

Romelu Lukaku si schiera nuovamente contro il razzismo. L’attaccante del Chelsea, in un’intervista alla CNN, ha parlato del triste fenomeno che continua a ripetersi sui campi di calcio e anche sui social network chiedendo a chi di dovere di intervenire in modo netto.

Lukaku e la lotta contro il razzismo

“Penso che possiamo prendere posizioni più forti. Ci mettiamo in ginocchio, tutti applaudono, ma a volte dopo la partita riceviamo comunque altri insulti. Dovremmo semplicemente sederci intorno a un tavolo e avere un incontro su come intervenire subito”, ha detto Lukaku. “Noi come giocatori possiamo dire: ‘Sì, boicottiamo i social media’, ma penso che siano i social media stessi a dover venire a parlare con le squadre, con i governi o con i giocatori stessi e trovare un modo per per fermare questo fenomeno perché penso davvero che possano farlo. I capitani e quattro o cinque tra i calciatori più rappresentativi di ogni squadra dovrebbero incontrare il CEO di Instagram e i governi per mettere fine al razzismo da tastiera”.

Un pensiero su “Lukaku contro il razzismo sui social: “Chi controlla i network deve intervenire””

Rispondi