Brunswijk

Il mondo del calcio regala spesso storie pazzesche. Ma questa vicenda ha davvero dell’incredibile: Ronnie Brunswijk, presidente dell’Inter Moengotapoe e vicepresidente del Suriname (repubblica dell’America meridionale) è sceso in campo in una partita all’età di 60 anni.

In occasione dell’andata del match tra Inter Moengotapoe e Olimpia, valido per la Concacaf League, è stato appunto Brunswijk a prendersi la scena. Schierato a sorpresa tra i titolari, il presidente, nato il 7 marzo del 1961, ha giocato 54 minuti con la fascia da capitano al braccio tra lo stupore dei presenti che hanno riconosciuto l’inconfondibile sagoma di uno dei personaggi più famosi del Paese.

Sfortunatamente per la sua squadra, la partita si è presto trasformata in una disfatta. Infatti, al fischio finale, il punteggio è stato di 0 a 6, risultato che condizionerà il match di ritorno che andrà in scena martedì prossimo sul campo dell’Olimpia in Honduras. Come riporta Fanpage.it, Brunswijk però, non potrà scendere in campo in quanto nella lista no-fly dell’Interpol. Il vicepresidente del Suriname infatti in passato da giovane avrebbe guidato i ribelli durante la guerra civile, ed è stato condannato in Europa, dove pare sia ancora ricercato.

A rendere il tutto ancora più incredibile, ci ha pensato un video circolato in rete dove si vede il presidente Brunswijk distribuire soldi ai giocatori avversari anche se non si conosce il motivo di tale gesto.

Rispondi