Gravina Serie A FIGC

Gabriele Gravina, numero uno della FIGC, ha parlato a Radio Deejay soffermandosi su alcuni temi caldi del calcio nostrano e internazionel.

MONDIALE – “A livello internazionale bisognerebbe essere più cauti, si ricercano nuove competizioni che non tengono conto degli equilibri dei campionati nazionali in generale. Mi dispiace che ci siano questi rapporti conflittuali tra diverse confederazioni (FIFA e UEFA, ndr) e poi c’è anche la FIFA che tiene insieme l’interesse delle confederazioni e ci sono idee concorrenziali. Bisogna ragionare. Il 22 c’è un Comitato Esecutivo della UEFA, appoggeremo il no ai Mondiali ogni due anni, anche nell’interesse dei club, difenderemo le loro posizioni”.

SUPERLEGA – “Il campionato è ammissibile e non ci sono dubbi, ma bisogna capire se è compatibile con gli altri campionati. Bisogna fare una scelta: o un campionato o l’altro. Non si possono giocare contemporaneamente due campionati europei o addirittura una competizione nuova con altri canoni. Arrivare a un compromesso? Credo che siano pericolosi i compromessi su questo tema, bisogna tenere insieme interessi internazionali e campionati nazionali. Se corriamo dietro a queste forme di desideri ambiziosi si rischiano gravi errori: non possiamo permetterceli in un momento di crisi, il più profondo della sua storia”, ha detto Gravina.

Rispondi