Allegri Juventus-Milan

Massimiliano Allegri, tecnico bianconero, ha parlato nella conferenza stampa di vigilia di Juventus-Milan valida per la quarta giornata di Serie A.

Allegri su Juventus-Milan

Il tecnico livornese, reduce da 1 solo punto in tre partite di campionato, ha presentato così la sfida alla sua ex squadra: “Juve-Milan è sempre una delle partite più importanti e prestigiose del nostro campionato – ha detto Max -. Dobbiamo fare una bella partita anche perché un solo punto in classifica, dobbiamo continuare dall’ultima sfida in Champions League. Siamo in crescita, nell’ultima settimana ho avuto a disposizione quasi tutti i ragazzi e questo ci fa ben sperare.

Allegri ha aggiunto: “Il Milan è da più di un anno che gioca molto bene, sono migliorati e hanno acquisito certezze importanti. La sfida di domani La partita è più importante per loro che per noi”.

MARCHISIO “GIOCA” JUVENTUS-MILAN

Formazione

“La formazione la deciderò domani mattina, dopo la rifinitura. Per ora ho tre dubbi: uno in attacco, uno al centrocampo e uno in difesa – ha continuato l’allenatore della Juventus -. Ci sarà spazio per tutti i giocatori, da qui alla sosta ci sono ancora 5 partite e tutti i giocatori dovranno essere protagonisti, la cosa fondamentale è che tutti si sentano centrali nel progetto”.

Chiesa? È uno dei dubbi che ho. Lui rende di più sulla fascia destra, davanti ha bisogno di giocare con un’altra punta. Quando gioca a sinistra invece può entrare nel campo sfruttando l’uno contro uno e il tiro. Federico deve crescere ancora ma ha qualità importanti come il tiro e il dribbling e non gliele toglie nessuno”.

Pronostico per lo scudetto

“Non credo che esista una favorita, sarà un campionato equilibrato. I punti si possono perdere ma anche recuperare, poi è ovvio che nostra classifica non è quella che volevamo, ma lavoreremo per recuperare il terreno perso all’inizio. I campionati si vincono con le piccole perchè negli scontri diretti succede di tutto. Vediamo domani, sicuramente giocheremo una bella partita, poi il calcio è stato inventato dal diavolo quindi può succedere di tutto. Prima di Malmo non eravamo scarsi ubriachi, ora dopo la partita in Svezia non siamo fenomeni. Dobbiamo continuare a lavorare e migliorare, ed avere il desiderio di essere migliori”.

Un pensiero su “Allegri verso Juventus-Milan: “Sfida più importante per loro. Formazione? Solo tre dubbi””

Rispondi