Andrea Agnelli

La Juventus chiude il bilancio 2020-21 con una perdita di circa 210 milioni. Tale esercizio è stato fortemente influenzato dal Covid, ma ad aggravare ulteriormente il rosso vi è stata la svalutazione di Cristiano Ronaldo. L’indebitamento finanziario netto è pari a quota 389 milioni. Nel 2019-20 la perdita registrata era stata di 90 milioni.

Juventus, i dati del bilancio

La Juventus ha chiuso l’esercizio 2020-2021 con una perdita consolidata di 209,9 milioni di euro, rispetto agli 89,7 milioni dell’esercizio precedente, per effetto di minori ricavi per 92,7 milioni – correlati sia agli effetti direttamente imputabili alla pandemia sia a minori proventi da gestione diritti da calciatori. In aumento i costi operativi di 35,2 milioni, il patrimonio netto del Gruppo è di 28,4 milioni, mentre l’indebitamento finanziario netto ammonta a 389,2 milioni. I dati sono stati approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione. L’assemblea degli azionisti è convocata per il 29 ottobre.

Sul sito della Juventus è possibile consultare nel dettaglio ogni dato in relazione al bilancio 2020-21 della società bianconera.

Un pensiero su “Juventus, perdita bilancio 2020-21 di quasi 210 milioni: i dati”

Rispondi