Reece James

Reece James sfortunato. Nelle scorse ore il calciatore del Chelsea e della Nazionale inglese ha subito, nella propria dimora, un furto da parte di alcuni ladri.

Il giocatore ha chiesto aiuto a tutti per identificare i malavitosi che hanno agito lo scorso 14 settembre mentre lui era impegnato con la sua squadra nella sfida con lo Zenit in Champions League. Da quanto si apprende, tra gli oggetti contenuti nella cassaforte rubata, anche dei cimeli importanti, come le medaglie conquistate con i Blues grazie ai trionfi in Champions League e Supercoppa Europea, oltre a quella del secondo posto conseguita con la Nazionale inglese a Euro 2020.

Reece James ha però scelto un modo molto particolare per denunciare il fatto, ovvero pubblicando le immagini dei ladri su Instagram. Sul suo profilo, infatti, è possibile vedere i filmati del furto nei vari momenti dell’accaduto.

Reece James e le immagini dei ladri

Questo il suo messaggio:

“La sera del 14 settembre 2021 mentre giocavo con la mia squadra in Champions League, un gruppo di ladri codardi è entrato in casa mia. Sono riusciti a sollevare una pesante cassaforte contenente alcuni miei oggetti personali e l’hanno caricata sulla loro auto”, ha scritto Reece James. “Non ho mai gioielli in casa e tutto quello che c’era all’interno della cassaforte erano le medaglie della Champions League, della Supercoppa e di Euro 2020. Queste medaglie sono state vinte rappresentando il Chelsea e l’Inghilterra, rappresentano onori che non potranno mai essermi tolti, indipendentemente dal fatto che io abbia o meno le medaglie”.

Poi l’appello: “Faccio un appetto e tutti i fan del Chelsea e dell’Inghilterra per aiutarmi ad identificare e denunciare questi individui di basso livello che non potranno mai stare tranquilli mentre le prove continuano ad accumularsi contro di loro. La polizia, i miei consiglieri e il Chelsea (e molti altri) sono tutti con me e abbiamo solide piste che conducono ai colpevoli. Ci stiamo avvicinando a loro. Fortunatamente, durante l’irruzione nessuno era presente, ma voglio far sapere a tutti voi che sto bene e sono al sicuro. Apprezzo il fatto di avere la possibilità di raccontarvi quanto accaduto e spero che insieme si possa catturare queste persone e fare giustizia”.

LUKAKU RACCONTA IL RITORNO AL CHELSEA

Rispondi