De Laurentiis

Il sistema calcio attuale non funziona e non garantisce più i ricavi necessari ad andare avanti. Dopo il progetto tentato della Superlega, la Uefa ha fatto capire che non ci saranno ulteriori “trovate” da parte dei club. Eppure, Aurelio De Laurentiis, numero uno del Napoli, lancia il suo grido d’allarme, confermando in parte quanto uscito pochi mesi fa: i ricavi della Champions e dell’Europa League non bastano ai club per sopravvivere.

Parlando al Daily Mail, il patron del club partenopeo ha spiegato: “Il sistema non funziona più. La Champions e l’Europa League non generano entrate sufficienti per i club per giustificarne la partecipazione. Per essere competitivo, hai bisogno di più giocatori di alto livello. Ciò significa che devi spendere di più e il premio in denaro delle competizioni europee non ne tiene conto. Ecco perché i club hanno bisogno di parlare tra loro per creare un torneo più moderno e redditizio per tutti i partecipanti”.

E su quella che potrebbe essere una soluzione, De Laurentiis ha detto: “Dobbiamo ridurre il numero di partite riducendo le dimensioni delle migliori divisioni in tutta Europa. Inoltre, creiamo un campionato europeo con un sistema di ingresso democratico, basato su ciò che le squadre ottengono nelle loro competizioni nazionali. Ho esaminato un progetto pronto a portate 10 miliardi di euro al calcio europeo, ma ci vuole volontà e totale indipendenza”. 

Rispondi