Handanovic

Samir Handanovic, portiere e capitano dell’Inter, ha rilasciato un’intervista a Tuttosport, dove ha parlato del recente passato dei nerazzurri, dell’addio di Antonio Conte e delle voci su un suo possibile addio a fine stagione.

Handanovic risponde alle critiche

Sulle critiche ricevute dopo l’errore commesso contro il Verona, Handanovic ha dichiarato: “Ci vuole tempo per poter metabolizzare gli errori e le sconfitte, ma tutto deve essere fatto nel modo giusto. Se sbagli vuol dire che sei vivo. A 37 anni non mi deve spiegare nessuno quando sbaglio, so di averlo fatto. Se dopo l’errore vinci è meglio”.

“Onana il mio possibile sostituto? Fa parte del gioco, son cose che succedono dappertutto e con tutti, poi è normale: mi sento ancora bene e mi diverto, vivo per il calcio, la mia passione – ha detto il numero 1 nerazzurro -. Ora penso al presente, poi in futuro vedremo. L’importante è che l’Inter raggiunga i suoi obiettivi”.

Scudetto e Conte

Sull’addio di Conte il portiere sloveno ha detto: “Noi giocatori dobbiamo soltanto ringraziarlo, anche se sono stati due anni impegnativi. Quello che mi ha colpito di più è la mentalità che ha portato. Questo credo sia lo step in avanti che abbiamo fatto. Conte è uno che si emoziona quando parla alle sue squadre e sa sempre il momento giusto per farlo”.

NUOVO INCARICO PER ANTONIO CONTE

Rispondi