Atalanta Pezzella

Giuseppe Pezzella non vede l’ora di scendere in campo e di sentire… la musichetta della Champions League. Il neo difensore dell’Atalanta non fa giri di parole e con tanta onestà spiega a L’Eco di Bergamo le sue emozioni e ambizioni per questa stagione da poco iniziata.

Atalanta, parla Pezzella

Parte dal principio Pezzella che racconta cosa lo ha portato a scegliere la Dea: “Ho scelto l’Atalanta perché mi esalta l’idea di giocare con un tecnico come Gasperini, che lavora moltissimo sugli esterni e a livello tecnico”, ha detto il 23enne. “Ho instaurato un ottimo rapporto con lui. So che moltissimi calciatori che sono arrivati qui come promesse o sconosciuti si sono poi affermati ad altissimi livelli. L’esperienza a Parma si è chiusa con un bruttissima retrocessione, ma dal punto di vista personale sono soddisfatto perché ho avuto l’occasione e l’opportunità di giocare con continuità in serie A”.

Sugli obiettivi di squadra e personali: “Scudetto? La favorita per lo scudetto è l’Inter. L’Atalanta non si pone obiettivi a breve termine, perché non è ancora il momento di fissarli. Il tempo ci dirà dove si potrà arrivare”. A livello personale, però, ecco l’ammissione di Pezzella: “Sogno come tutti la nazionale”. E poi la Champions: “Non pensavo di riuscire a raggiungere questo traguardo, ma adesso che sono arrivato a certi livelli farò di tutto per restarci. Non vedo l’ora di ascoltare la musichetta della Champions, ma prima c’è la Fiorentina da affrontare. Sarà un avversario molto complicato da affrontare. Per quanto riguarda la Champions credo che il girone sia comunque alla nostra portata. Lo United è favorita, ma Villarreal e Young boys sono partite un cui potremo giocarcela”.

Rispondi