Depay

Memphis Depay, attaccante dell’Olanda e del Barcellona, ha eguagliato Johan Cruijff all’8 posto della classifica dei marcatori all-time con la maglia Oranje. Il neo acquisto dei blaugrana è stato protagonista con una tripletta in occasione del 6 a 1 rifilato dalla sua nazionale alla Turchia dell’interista Hakan Calhanoglu.

La vittoria, fondamentale per ribaltare il 4 a 2 subito all’andata, ha permesso ai Paesi Bassi di riportarsi in testa al Gruppo G e restituito in mano alla squadra di Van Gaal i favori del pronostico per la qualificazione diretta ai mondiali di Qatar 2022.

Depay, mattatore della partita, ha messo a segno il suo primo hattrick con la maglia dell’Olanda e, grazie alle sue reti, è entrato di fatto nella storia della sua Nazionale.

La sua prima marcatura, dopo appena 16 minuti di gioco, gli ha permesso di affiancare Wesley Snejder al decimo posto della classifica all-time con 31 reti. Con i successivi due gol (il 32° e 33°), Memphis ha invece raggiunto le leggende Abe Lenstra e Johan Cruijff all’ottavo posto dei goleador più prolifici della storia Oranje.

Le parole di Depay

Al termine della partita il numero 10 ha dichiarato ai microfoni di VI.nl: “Tutti potrebbero credere che io mi ritenga soddisfatto di questa partita ma non è così. Ovviamente siamo contenti per la vittoria e per le tante reti, però abbiamo commesso diversi errori, io compreso. Ho sprecato degli assist al bacio e questo non mi piace. Lavoro sempre per migliorare e non voglio più vedere una squadra che abbia un atteggiamento superficiale. Tutti dobbiamo alzare il livello, a partire dal sottoscritto”.

Depay ha poi commentato così il suo traguardo: “Non mi si può  paragonare a Cruijff o Sneijder. Sono due calciatori che hanno scritto la storia della nazionale, due leggende. Grazie a loro l’Olanda è riconoscibile sulle carte geografiche. Io sono un altro tipo di giocatore, mi rendo pericoloso e sono un finalizzatore. Per me è fantastico continuare a segnare e permettere alla squadra di vincere. Voglio continuare. Il mio obiettivo è raggiungere i migliori attaccanti della storia”.

Rispondi