Crespo

Hernan Crespo non dimentica quella cocente amarezza in finale di Champions League nel 2005 con la maglia del Milan battuto dal Liverpool dopo che gli inglesi stavano sotto di tre reti alla fine del primo tempo. L’ex attaccante anche dei rossoneri ha parlato a La Gazzetta dello Sport ricordando proprio quella nottata e chiedendo al Diavolo una sorta di vendetta visto che nel girone di Coppa la squadra di Pioli se la vedrà proprio contro i Reds.

RIVINCITA – L’ex bomber si è subito lasciato andare ai ricordi di quella sera facendo un appello all’attuale squadra rossnera: “Già, faccio una doppietta, alla fine del primo tempo vinciamo 3-0 e poi subiamo un’assurda rimonta e perdiamo ai rigori. Io, quella notte, non l’ho mai dimenticata”, ha detto Crespo. “Quindi ai ragazzi di Pioli lancio un appello: regalatemi la rivincita, battete il Liverpool a Anfield, fate vedere chi è il Milan. Lo so che nel 2007 i rossoneri hanno già consumato la vendetta prendendosi la Champions proprio contro i Reds, però ribadire la propria superiorità non fa mai male”.

SERIE A – Uno sguardo anche alla possibile lotta in campionato: “Milan prontissimo per lo scudetto. Può vincerlo. Anche se non favorito e se altri hanno speso di più. I rossoneri hanno fatto una campagna intelligente. D’altronde, il mio amico Maldini di calcio se ne intende parecchio e, se guardate il gruppo che ha messo insieme, ne avrete la conferma”.

ATTACCANTI – Una parola anche su Ibrahimovic e Giroud: “Fantastici, centravanti con esperienza, fisico e carisma. Trascinano la squadra con una sola occhiata. Giroud si muove molto e in area è micidiale. Ibra non dobbiamo certo scoprirlo. L’unica perplessità riguarda le condizioni atletiche: se stanno bene, nessun problema. Ci si chiede se possono coesistere: i bravi giocatori possono sempre. Credo, però, che sia più logico pensare a un’alternanza, ci sono anche gli impegni di Champions​”.

Rispondi