Cristiano Ronaldo

Intervistato in esclusiva da TuttoJuve.com, l’ex presidente del Real Madrid Ramon Calderon ha commentato l’addio di Cristiano Ronaldo dalla Juventus. Il primo parere dell’ex dirigente blancos parte da ciò che la Vecchia Signora andrà a perdere: “La squadra perderà un buon numero di gol oltre ad un top player per la conquista dei titoli. Cristiano si è preso molta cura di sé e, di sicuro, sarà ancora per 2 o 3 anni nell’élite dei migliori marcatori del calcio mondiale. E lo sarà senz’altro per la sua nuova squadra. Suppongo che la Juve ne avrà tenuto conto, ma probabilmente saranno stati altri i motivi che hanno causato la sua cessione”.

Su un bilancio dell’esperienza complessiva di CR7, Calderon ha aggiunto: “Per entrambi non è stata la migliore esperienza, né i risultati maturati erano quelli immaginati all’inizio dell’avventura. Nella vita, e il calcio non fa eccezione, non sempre le cose vanno come previsto. Sembrava che l’acquisto di Cristiano avrebbe consentito alla Juve di ottenere più successi di quelli ottenuti ed essere la favorita per la Champions League. Non è stato così. La cosa migliore per entrambi è stata quella di separarsi”.

Rispondi