Espargaro

Qualifiche ricche di emozioni in MotoGP nel GP di Gran Bretagna. A Silverstone è Pol Espargarò a prendersi la scena dopo un piccolo giallo con Jorge Martin che aveva siglato un tempo pazzesco ma tagliando due curve. E’ quindi lo spagnolo a mettersi davanti a tutti. Secondo un ottimo Bagnaia seguito da Quartararo.

MotoGP: griglia di partenza nel GP di Gran Bretagna

  1. P. Espargarò (Spa – Honda), 1’58”889
  2. Bagnaia (Ita – Ducati), +0.022
  3. Quartararo (Fra – Yamaha), +0.036
  4. Martin (Spa – Ducati), +0.185
  5. M. Marquez (Spa – Honda), +0.197
  6. A. Espargaro (Spa – Aprilia), +0.384
  7. Miller (Aus – Ducati), +0.479
  8. Rossi (Ita – Yamaha), +0.642
  9. Zarco (Fra – Ducati), +0.690
  10. Rins (Spa – Suzuki), +0.750
  11. Mir
  12. Binder
  13. Bastianini
  14. Marini
  15. Nakagami
  16. Petrucci
  17. A. Marquez
  18. Lecuona
  19. Crutchlow
  20. Oliveira
  21. Dixon

Le parole dei protagonisti

Quartararo – “Non è andata esattamente come mi aspettavo. Sul passo mi son trovato bene ma sul giro secco no”, ha detto il pilota Yamaha. “Non mi son sentito bene nel giro veloce però ovviamente la cosa più importante è il passo gara e sono convinto che domani in gara si possa fare bene”.

Bagnaia – “Sono felice per il secondo posto. Perché devo dire che questo weekend stiamo lavorando davvero in modo perfetto. L’atmosfera nel box è ottima e stiamo lavorando nel modo giusto. Nella FP4 abbiamo fatto un bel passo in avanti. In qualifica abbiamo sofferto un po’ ma spingendo ho visto che i tempi stavano arrivando. Per la gara di domani è importante partire qui davanti”.

Espargarò – “Stavo già festeggiando come se avessi vinto la corsa ed ero secondo, quando ho visto che ero in pole position ero ancora più contento. Per me l’obiettivo era prima o seconda fila. Quest’anno è stato davvero difficile per me, e psicologicamente essere qui in pole è una boccata d’ossigeno. Per noi e soprattutto per me. Il duro lavoro che abbiamo fatto a volte non ha pagato ma oggi sì. Domani in gara proverò a proseguire su questa strada”.

Rispondi