Meret

Alex Meret, portiere del Napoli, fresco di trionfo nella spedizione europea con l’Italia è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “E’ stato davvero emozionante vincere l’Europeo, siamo veramente orgogliosi di aver rappresentato in questo modo la nostra nazione e di aver dato ai tifosi una gioia dopo tanto tempo chiusi. Sono stati davvero notti magiche. La Nazionale è l’obiettivo di molti calciatori, raggiungere questi obiettivi ci spinge a fare bene”.

Sui campioni d’Europa nel Napoli: “Se ci ha fortificati? Sì. E’ un grandissimo risultato, ci dà voglia di fare bene anche col Napoli per conquistare sempre il posto in Nazionale che non è mai scontato. Ci darà la spinta per fare un grande campionato”.

Dalla Nazionale al Napoli: “Insigne? E’ il nostro punto di riferimento, è il capitano, in campo è importantissimo per tutti noi. Ci sta sbagliare un rigore, ma ha avuto coraggio e personalità, doti che non gli mancano, e si è ripresentato sul dischetto e ha segnato”.

Sulla squadra: “Abbiamo entusiasmo e voglia di far bene. Non era scontato portare a casa la vittoria col Venezia, non si era messa benissimo per l’infortunio di Zielinski e l’espulsione di Osimhen. Anche con l’uomo in meno abbiamo fatto quello che dovevamo, facendo girare il pallone, rischiando anche poco dietro”.

Sugli obiettivi stagionali e la favorita per lo scudetto, Meret ha commentato: “Arrivare tra le prime quattro è l’obiettivo, poi se si potrà fare meglio vedremo durante il campionato. Noi lavoriamo domenica dopo domenica per provare a vincerle tutte”. “Juve o Inter per lo scudetto? Le metterei sullo stesso livello. L’Inter ha vinto l’anno scorso, ha perso qualcuno di forte ma ne ha presi altri. E la Juventus ha una grandissima squadra”.

Rispondi