Milan Pellegri

Pietro Pellegri è un nuovo giocatore del Milan. Nelle scorse ore l’annuncio ufficiale e oggi la sua presentazione con la conferenza stampa e le domande della stampa.

Milan, parla Pellegri

“L’esperienza a Monaco non è stata fortunata, ora il futuro è in discesa”, ha detto Pellegri. “Al Milan ho trovato subito un ambiente familiare, una struttura dove c’è tutto per pensare solo al calcio e stare bene”. “Essere qui è un sogno, a Monaco è stata un’esperienza formativa, qui è un sogno”.

Sui compagni di reparto Ibrahimovic e Giroud: “Giocare con questi due attaccanti e per una squadra come il Milan è un sogno. Come ho già detto sono venuto qua per imparare e migliorare guardando questi due campioni”. E ancora su Ibra: “Conoscerlo è stata un’esperienza magnifica. E’ da quando piccolo che è il mio idolo, quando ieri l’ho salutato e gli ho dato il cinque è stato bellissimo”.

Sul numero di maglia: “Ho scelto il 64 perché è l’anno di nascita di mio padre”.

Su ciò che ci si deve aspettare dell’esperienza al Milan, tra motivazioni e obiettivi: “Arrivo qua con la voglia di riscattarmi e far vedere quanto valgo e ripagare la fiducia della società”. “Punto a restare qui, a fare bene e convincere la società a fidarsi di me. Ora ho solo cose positive in testa”.

Su Pioli: “Ci ho parlato. Il mister si aspetta determinazione, voglia di lavorare e che sia a disposizione della squadra come è giusto che sia, e io lo sono. Voglio migliorare, sono a disposizione della squadra”.OBIETTIVI IN STAGIONE – “Non mi sono prefissato dei numeri, scendo in campo e do il massimo per aiutare la squadra. Poi se giochi dando il massimo i gol arrivano”.

Rispondi