Dumfries

Denzel Dumfries, esterno olandese dell’Inter, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di DAZN a pochi giorni dal suo esordio in Serie A con la netta vittoria nerazzurra contro il Genoa. Il numero 2 ha parlato dell’emozione di giocare a San Siro, delle aspettative per la prossima stagione e dei paragoni con i terzini nerazzurri del recente passato.

“Paragone con Hakimi? Non ho il compito di sostituirlo, lui ha fatto una stagione pazzesca l’anno scorso e l’Inter ha vinto lo scudetto. Non ho pressione, devo fare il mio gioco per poter aiutare la mia squadra a ripetersi. Se c’è un terzino a cui mi ispiro quello è Maicon, un calciatore fortissimo che ha vinto tanto”.

Dumfries ha parlato poi dell’accoglienza ricevuta: “All’Inter ci sono molte leggende, Zanetti mi ha scritto all’arrivo per darmi il suo benvenuto. Sarebbe bello se potessi imparare il segreto per giocare così tante partite con l’Inter come ha fatto lui…”

Dumfries su Inter-Genoa

“È stato un ottimo debutto, c’era anche la mia famiglia allo stadio e anche loro sono stati molto felici e orgogliosi. Mi sono emozionato, è  stato davvero speciale quando sono entrato in campo per la prima volta con i colori nerazzurri”.

Il nuovo acquisto dell’Inter ha parlato anche del rapporto speciale col connazionale Stefan de Vrij : “Lui ha avuto un ruolo importante per il mio trasferimento a Milano. Già due anni fa in ritiro con l’Olanda mi aveva parlato del club, e sperava che potessimo ritrovarci all’Inter un giorno ed è successo. Anche con la lingua mi sta aiutando molto, sono molto fortunato e felice del nostro rapporto. Per ora sto studiando l’italiano, ma conosco già qualche parola da usare in campo come “uomo, solo, scappa e scivola”.

Infine Dumfries ha parlato di una curiosità riguardo l’origine del suo nome: “Si, il mio nome è ispirato a Denzel Washington, i miei genitori l’hanno scelto per quella ragione. Mio padre è originario di Aruba e mia madre è nata nel Suriname. Torno ad Aruba spesso per le vacanze, è un posto magnifico e le persone sono molto gentili. Ogni volta che ho del tempo libero amo tornare a visitarla anche perché la maggior parte della mia famiglia vive lì”.

CHI È DENZEL DUMFRIES

Rispondi