Milwaukee Bucks campioni NBA - Giannis Antetokounmpo

I Milwaukee Bucks sono i nuovi campioni NBA. In gara 6 delle NBA Finals i Bucks hanno battuto i Phoenix Suns 105 a 98, conquistando l’anello e il titolo NBA dopo 50 anni dall’ultima volta.

La partita

I Bucks partono forte fin da subito e, con un parziale di 29-16, tengono a distanza di sicurezza i Phoenix Suns, molto imprecisi al tiro. Nel secondo periodo Chris Paul si inventa un tentativo di rimonta mettendo a referto 13 punti e provando a trascinare i suoi. Ma i viola-arancio non hanno una risposta alle giocate dominanti di Antetokounmpo, protagonista assoluto della serata. Nel terzo quarto il giocatore greco prende il sopravvento e con 20 punti in pochi minuti porta nuovamente avanti i suoi. Devin Booker, incappa in una serata negativa, intervallata da sprazzi di  talento a palloni persi (7 in 46 minuti). Nel finale proprio Giannis si carica i suoi sulle spalle guidando i Milwaukee Bucks al secondo titolo NBA dopo un’astinenza che durava 50 anni.

Giannis Antetokounmpo Finals MVP

Il giocatore greco ha trascinato i suoi con una prestazione straripante impreziosita da 50 punti, 14 rimbalzi e 5 stoppate ed è stato nominato all’unanimità MVP delle Finals NBA. Giannis ha fatto segnare anche due record: è diventato il sesto giocatore nella storia della lega ad aver fatto segnato più di 40 punti in almeno 3 partite delle Finals NBA, raggiungendo giocatori del calibro di Michael Jordan e Jerry West. The Greek Freak ha inoltre raggiunto Shaquille O’Neal come unico giocatore ad aver fatto registrare in tre partite più di 40 punti e 10 rimbalzi, diventando a tutti gli effetti uno dei giocatori più dominanti della storia NBA.

Le dichiarazioni dei Milwaukee Bucks campioni NBA

Le parole di Giannis Antetokounmpo: “Non avrei mai pensato che sarebbe arrivato un giorno come questo. Ho iniziato a giocare a basket per aiutare la mia famiglia e non avrei mai sognato che a 26 anni sarei diventato campione NBA con questa squadra. Sarei stato soddisfatto semplicemente a giocare e intraprendere questo viaggio con la mia squadra ma adesso sono seduto qua con il trofeo da campioni NBA e il titolo di MVP delle finali, è incredibile”.

Khris Middleton: “Per la città questo significa tutto, è incredibile aver vinto qua a casa nostra. I nostri tifosi hanno visto tutto l’impegno e il lavoro che ci abbiamo messo, è un viaggio durato diversi anni. Avere l’arena piena e 65 mila tifosi al di fuori del palazzetto è stata una spinta incredibile per tutta la squadra. Non è un titolo che appartiene a me e a Giannis, ma a tutta l’organizzazione per tutto quello che ha fatto dentro e fuori dal campo”.

Coach Budenholzer: “Provo un grandissimo rispetto per Phoenix, hanno grandi giocatori e un ottimo allenatore, Monty Williams. Ma i miei ragazzi sono campioni ogni giorno perché lavorano sempre e hanno voglia di giocare assieme, sono veramente orgoglioso. Giannis è incredibile, sono molto fortunato a poterlo allenare, è una persona speciale oltre che un giocatore fantastico. Lui è Khris hanno costruito questa opportunità e io sono semplicemente contento di poterne far parte”.

Rispondi