NBA Finals Khris Middleton

In gara 4 delle NBA Finals, i Milwaukee Bucks battono i Phoenix Suns 109 a 103 e riaprono la serie portandosi sul 2 a 2.

La partita

Nella notte del Fiserv Forum di Milwaukee, ai Suns non basta la serata magica di Devin Booker per l’allungo nella serie. I Bucks infatti, guidati da uno straordinario Khris Middleton, rimontano una partita che sembrava giĂ  persa e nell’ultimo quarto sorpendono i viola-arancio grazie al gioco di squadra e all’aggressivitĂ  difensiva.

La partita per Phoenix si trasforma presto in un one-man show di Devin Booker, che, dopo la peggior prestazione in carriera (gara 3), si rifa ampiamente mettendo a referto 42 punti. I padroni di casa non sembrano avere una soluzione al problema, Giannis alterna giocate da fenomeno a palloni persi e allora sale in cattedra Middleton (40 punti e record in carriera). Nell’ultimo periodo i Suns sono avanti di 9, ma coach Monty Williams è costretto a sostituire D.B per limite di falli. La bilancia pende allora dalla parte dei Bucks: in attacco tocca al numero 22 di Milwaukee, e in difesa The Greek Freak si ricorda di essere 2 volte MVP. Il greco, grazie ad una stoppata pazzesca, “spegne” le ultime speranze degli ospiti e mette al sicuro la partita. La serie si sposta a Phoenix e il punteggio è sul 2 a 2.

La stoppata monstre di Giannis Antetokounmpo

Le dichiarazioni post gara 4 di NBA Finals

Giannis Antetokounmpo: “Sono molto orgoglioso dei miei compagni, soprattutto di Khris (Middleton ndr), come ho detto si tratta di avere fiducia nella propria squadra, sappiamo che è in grado di ripetere questo tipo di prestazione. Io credo molto nella sua abilità e in partite come questa non ci sono problemi ad affidare il tiro a lui. Abbiamo bisogno che ripeta questa serata fenomenale nelle prossime sfide”.

Jru Holiday sulla serata magica di Middleton: “Credo che abbia sempre avuto in lui questo tipo di potenzialità, Khris non ha paura, non ce l’ha mai. In allenamento spesso mi marca quindi so di che pasta è fatto. Non molla mai e non ha mai paura di provare giocate difficili o prendersi tiri importanti, quindi quando stasera l’abbiamo messo nelle condizioni di giocare il suo basket lui si è fatto trovare pronto”.

Khris Middleton: “Semplicemente amo questi momenti, questo tipo di sfida punto a punto, sappiamo tutti quanto valgano queste partite e quanta fatica e lavoro abbiamo messo per arrivare fino a qua. Eravamo sotto ma non ci siamo arresi, è la cosa che ci ha fatto arrivare fino alle Finals NBA, abbiamo trovato un modo diverso per vincere la partita. Ora che siamo 2-2 nella serie ci siamo dati l’opportunità di giocarci le nostre carte, dobbiamo andare a Phoenix e giocare il nostro basket con più serenità”.

Un pensiero su “NBA Finals, Milwaukee agguanta il pareggio in gara 4”

Rispondi