Milwaukee Bucks campioni di Eastern Conference NBA

I Milwaukee Bucks sono campioni di Eastern Conference NBA. In gara 6 della serie tra Bucks e Hawks, i bianco verdi privi della loro stella Giannis Antetokounmpo, vincono 118 a 107 aggiudicandosi il titolo di divisione. Milwaukee, vince al terzo tentativo dopo aver perso in semifinale la scorsa stagione e in finale due anni fa.  

L’uomo chiave: Khris Middleton

Con la pesante assenza di The Greek Freak, Middleton indossa i panni di trascinatore assoluto, mette a referto 32 punti con 7 assist e 4 rimbalzi e trascina i Bucks alle Finals NBA contro i Phoenix Suns.

La statistica

Antetokounmpo e Middleton sono gli unici giocatori ad essere rimasti a Milwaukee dal 2013 anno in cui i Bucks avevano il peggior record NBA, 15 vittorie e 67 sconfitte.

Le dichiarazioni dei Milwaukee Bucks campioni di Eastern Conference

Pat Connaughton: “È fantastico aver vinto questa finale, abbiamo dei ragazzi incredibili in squadra, ho già detto tutto quello che c’è da dire su Giannis, lo sappiamo tutti, è il miglior giocatore in squadra ma ora voglio fare i miei complimenti a Khris (Middleton ndr). Sono suo compagno da 3 anni, e lo vedo tutti i giorni allenarsi come un pazzo e impegnarsi al massimo, sono contento che finalmente tutto il mondo abbia potuto vedere che tipo di giocatore sia, è un ALL-STAR e sicuramente è il secondo giocatore più forte in squadra”.

Coach Mike Budenholzer: “È una sensazione incredibile essere campioni, l’avevo già sperimentata con i San Antonio Spurs ma ricoprivo un altro ruolo (coordinatore video ndr) ma è la prima volta da headcoach. Poter vivere queste emozioni da un’altra prospettiva è veramente particolare. Questo titolo comunque è merito dei ragazzi, sono un gruppo incredibile, sono molto contento per loro”.

Khris Middleton: “È stato un lungo anno, durato 8 anni ma ne è valsa la pena. Siamo passati da essere la squadra con il peggior record NBA (nel 2013-14) con solo 15 vittorie in regular season, ad essere campioni di divisione. Negli ultimi due anni penso avessimo un’opportunità di vincere ma non ci siamo riusciti, non abbiamo fatto abbastanza, ma oggi siamo qui e abbiamo raccolto quello che meritavamo e per cui abbiamo lavorato sodo”.

Rispondi