Max Verstappen

Dopo due anni dall’ultima edizione, torna il prestigioso e spettacolare GP di F1 a Monaco.

Le sorprese non mancano già prima dell’inizio della gara. Infatti la Ferrari di Charles Leclerc si ferma nel giro di installazion. Il poleman, viene beffato dalla rottura del semiasse, danneggiato probabilmente durante l’incidente del sabato pomeriggio.

Ne approfitta dunque Verstappen che, partito dalla seconda casella, ha strada libera davanti a sé e chiude virtualmente la gara in partenza, dopo aver difeso aggressivamente su Valtteri Bottas. Il finlandese non impensierisce mai il pilota Red Bull ed è costretto al ritiro complice uno sfortunato episodio durante il suo pit stop. Fortunatamente per la Rossa, Carlos Sainz è in grande spolvero e dopo aver mantenuto a lungo il passo del leader della gara, è costretto ad accontentarsi della seconda posizione. Terzo, un ottimo Lando Norris, fresco di rinnovo con la McLaren.

Delusione per il campione del mondo in carica Lewis Hamilton, 7° al traguardo, e apparso nervoso durante la gara. Mai a proprio agio durante tutto il week-end. Per Hamilton e Mercedes, un Gran Premio da dimenticare e leadership del mondiale persa ai danni di Verstappen e Red Bull.

La Top 10 del GP di Monaco Montecarlo:

1° Verstappen

2° Sainz

3° Norris

4° Perez

5° Vettel

6° Gasly

7° Hamilton

8° Stroll

9° Ocon

10° Giovinazzi

Le parole dei protagonisti:

Verstappen: “È una vittoria speciale per me, è la prima volta qui, anzi è il primo podio a Monaco. La gara è stata decisa alla partenza, tutto quello che dovevo fare era controllare il passo e risparmiare le gomme, ero praticamente in controllo. Ottimo risultato per me e per la squadra”.

Sainz: “E’ un bel risultato, se me l’avessero detto prima avrei firmato per il 2° posto. Con il weekend che abbiamo avuto, ovvero con Leclerc in pole e l’ultimo giro sbagliato da parte mia, il sapore non è dolce così. Ma siamo fieri di quanto fatto. Siamo orgogliosi come Ferrari di come siamo migliorati in queste settimane. Il problema di Leclerc? L’avevo in mente durante il GP, senti più responsabilità sulle spalle e volevo regalare il podio al team. Dovevo azzeccare la partenza, gestire il traffico. Poi c’è stato il problema di Bottas, ma la macchina stava andando bene comunque”. 

Norris: “Non so cosa dire, è sempre stato il mio sogno essere sul podio qui, è speciale me lo ricorderò per sempre. Siamo stati un po’ fortunati con il ritiro di Charles e Valtteri ma ce lo siamo meritato, è bello condividere il podio con Carlos”.

Leclerc: “Sento tanta tristezza, ero molto emotivo nella macchina quando ho capito cosa era successo. E’ difficile, peccato per i meccanici che hanno lavorato tanto ed erano fiduciosi. Non sembra siano problemi al cambio, ma nella parte sinistra della vettura. Al momento non sapiamo cos’è. Sono triste, avrò bisogno di qualche giorno per stare meglio. Abbiamo controllato tutti i pezzi, erano a posto. Dobbiamo vedere cosa ha ceduto. Credo sia collegato all’incidente di sabato, ma dobbiamo verificare. Non so qual è stata la causa”. Il monegasco ha poi continuato: “Ieri ho spinto, ho fatto l’errore ma è quella velocità che mi ha messo in pole. Sicuramente gli altri andavano forte, ma noi siamo andati veloci perchè ho spinto io. Nel secondo giro lanciato ho spinto troppo e sono andato a muro. Ho dato tutto, a Monaco succede. Gli errori capitano, dobbiamo capire cosa è successo”. 

Un pensiero su “F1, GP di Montecarlo: trionfo di Verstappen davanti a Sainz e Norris”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: