Buffon

La Juventus vince la Coppa Italia e Gianluigi Buffon saluta con un trofeo la Vecchia Signora. L’addio alla Torino bianconera è confermato ma i progetti per il futuro restano ancora tanti. Lo ha affermato lo stesso portierone ai microfoni di Rai Sport dopo il successo contro l’Atalanta. Sguardo al futuro recente e non solo…

“Devo dire che è stata una grande emozione, finire in questo modo mi inorgoglisce. Sono stato felicissimo, ho condiviso coi miei compagni tantissime avventure vittoriose. Coi tifosi è stata la ciliegina sulla torta”, ha detto Buffon sul trofeo conquistato.

Sul futuro: “Sono felice quando sogno. Il succo della mia esistenza battermi, di viaggiare, di portare al limite quella che è la mia energia. Potrei anche pensare di smettere, sono felice, appagato. Ma se c’è qualcuno più folle di me che mi fa immaginare qualcosa di grandioso io lo seguo, perché la vita è questa. Potrei anche scendere in Serie C e risalire fino in Serie A… Ho sempre chiesto tantissimo a me stesso”.

Una follia che lo porta anche a pensare al mondiale in Qatar nel 2022: “Bisogna vedere come arriverò in quel dicembre 2022”, ha detto Buffon. “Per l’orgoglio che ho non mi aspetto e non voglio regali. Se qualcuno pensa che sia affidabile, bene altrimenti rimango a casa. Credo che la vera sfida sia quella con me stesso”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: