Semplici

Vigilia di campionato per il Cagliari di mister Leonardo Semplici che dopo la grande vittoria ottenuta contro il Benevento vuole mettere un altro tassello per la salvezza. Il tecnico ha presentato in conferenza stampa la gara contro la Fiorentina di domani, valevole per il turno infrasettimanale di campionato.

SQUADRA – Stiamo valutando con lo staff, sia atletico che medico, le condizioni di tutti. Nella rifinitura di stasera vedremo tutto, ma vogliamo fare una grande prestazione domani. Per quanto riguarda il mio cammino, sono contento di quello che i ragazzi sono riusciti a dimostrare: credo che il nostro percorso sia sotto gli occhi di tutti, nel calcio esistono gli episodi per tutti ma noi guardiamo soltanto alla gara di domani”.

FINALE – “Dal mio arrivo abbiamo fatto solo partite di questo tipo: tutte sono state una finale di campionato, domani non cambierà l’approccio. Abbiamo tirato fuori un grande carattere e una grande mentalità, dunque affronteremo la Fiorentina come abbiamo fatto con le altre: anche loro hanno vissuto una stagione simile alla nostra, non meritavano questa classifica per la rosa che hanno. Sicuramente proveremo a fare più punti possibile”.

CAPOZUCCA POST BENEVENTO-CAGLIARI

FUTURO – Sul mio futuro non voglio parlarne ora, perché abbiamo un obiettivo e un pensiero fisso che è la salvezza. Siamo stati bravi tutti insieme, dal direttore al presidente a superare le difficoltà. Quando sarà il momento, se raggiungeremo la salvezza, parleremo del mio futuro ma non vedo nessun problema al momento, poi i matrimoni si fanno sempre due e vedremo.

SINGOLI – “Zappa? Su Gabriele avete visto che non ho mai dimenticato nessuno, ho sempre fatto le scelte più consone al momento e Zappa è tra queste. Ho creato una squadra di 17-18 titolari. Mi spiace per chi ho utilizzato meno, ma da allenatore far partecipi più giocatori credo sia un valore aggiunto. Sono stati bravi loro a mettermi in difficoltà nelle scelte”. E ancora su Pavoletti: “Sua rinascita? Leonardo lo conoscevo da avversario, le sue caratteristiche e la sua voglia di mettersi in discussione specie dopo l’infortunio. Era stato utilizzato poco perché ogni allenatore ha le proprie idee, ma per il mio gioco lui è un attaccante importante. Lo ringrazio perché è stato un trascinatore e gli sono grato, a lui come a tutti però, perché non mi piace fare dei nomi. Ho provato a creare un ambiente positivo e così ho fatto”. Infine su Sottil: “Se torna entro la fine del campionato? Ieri Riccardo ha fatto un primo allenamento parziale con il gruppo. Vedremo se nel fine settimana si avvicinerà ancora di più agli allenamenti tipo della prima squadra e poi valuteremo, magari dalla prossima settimana. Però è tanto tempo che è fermo, non sarà facile. Deciderà lo staff medico”.

LE PAROLE DI IACHINI PER CAGLIARI-FIORENTINA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: