Papu Gomez

Il Papu Gomez ha rilasciato un’intervista esclusiva a DAZN dove ha parlato del tanto discusso addio all’Atalanta e di come si senta ancora profondamente legato ai bergamaschi. Tra i temi affrontati, anche un impatto non semplicissimo con la nuova realtà in Liga, al Siviglia dove, però, si sta giocando il primo posto nel campionato spagnolo.

Adesso mi sento integrato nella squadra e nella città, mi sento e mi fanno sentire importante – ha detto Papu Gomez – Inizio a dimenticarmi il Papu dell’Atalanta e comincio a sentirmi al 100%. Sono arrivato da zero gradi di Bergamo a 21 gradi di Siviglia. Loro pranzano verso le tre del pomeriggio, in Italia mangiavo alle 12.30 massimo alle 13. Una volta qui sono andato al ristorante alle 13.30 ed era chiuso”.

ATALANTA – Sulla sua ex squadra l’argentino ha detto: “L’Atalanta è talmente forte che so che alcune partite le vinceranno facilmente, quindi mi annoio e non le guardo perché so che finiranno 3 o 4 a zero. Altre le guardo con un po’ di nostalgia perchè ho vissuto sette anni a Bergamo e il mio cuore resta lì. Mi manca la passeggiata in città alta, andare a mangiare dai miei amici”.

BUFFON ALL’ATALANTA?

Sapevo che c’era chi voleva vedermi sparire in campionati strani come l’Arabia o la MLS. Non potevo finire male la mia carriera in campionati ‘scarsi’. L’anno scorso sono stato votato come miglior centrocampista della Serie A. Dovevo andare in una grande squadra. Qui c’è gente di grande esperienza come Rakitic, Fernando. Mi hanno fatto sentire subito parte del gruppo”.

IN LIGA – Infine ancora un pensiero sulla battaglia in Liga: “Il Real Madrid ha avuto una crescita incredibile, il Barcellona anche mentre l’Atletico ha fatto un grandissimo campionato. Noi ci siamo trovati lì a lottare per la Liga e adesso la prossima settimana sarà decisiva. Gioca l’Atletico contro il Barcellona ed il Real Madrid contro di noi Abbiamo parlato a lungo con Messi, lui non si aspettava che sarei arrivato in Liga. Qui mi hanno sorpreso i campi, gli stadi tutti nuovi, il prato sempre perfetto. L’Italia ha il suo fascino ma è rimasta un po’ indietro, sono rimasti gli stadi vecchi”.

ATALANTA: TROVATO IL VICE DE ROON

Un pensiero su “Papu Gomez: “Qualcuno voleva vedermi sparire. Mio cuore resta a Bergamo””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: