Immobile

Ciro Immobile, attaccante della Lazio e della Nazionale, ha parlato a margine dell’appuntamento presso l’Ospedale ‘Spallanzani’ di Roma per le vaccinazioni dei calciatori azzurri indicati dal ct Roberto Mancini in vista del prossimo Europeo: “A nome di tutti i giocatori ringraziamo lo staff sanitario per come ci hanno accolto. Siamo rimasti stupiti e vogliamo essere un esempio, speriamo che presto tutti potranno vaccinarsi. Un grazie al Governo e alla FIGC per questa opportunità”.

Anche Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani, ha dichiarato nella stessa occasione: “Mi unisco ai ringraziamenti che ha fatto il presidente Gravina, al governo e al Commissario che ha autorizzato questa vaccinazione degli atleti. Credo che gli Europei saranno un’occasione simbolica per dire che stiamo ripartendo e tornando alla normalità. È quello che il Paese vuole; però, come diciamo da tempo, non vogliamo solo gli Europei, ma riaprire tutto, dagli spettacoli, ai cinema, ai concerti. Noi vaccineremo anche gli atleti olimpici. Potremo fare tutto ma sempre con grande senso di responsabilità, rispettando le regole. La vaccinazione è un momento fondamentale, uno strumento strategico ma senza attenzione e responsabilità non si fa niente. Vaccinare atleti e staff significa creare quella bolla negativa che ci permetterà di far accedere un certo numero di spettatori all’Olimpico, ovviamente tra coloro che si sono vaccinati e che esibiranno la tessera o che dimostreranno di essersi sottoposti, nelle 48 ore precedenti l’evento, a tampone naso-faringeo. Bisogna convivere con il virus, fino a quando non lo distruggeremo totalmente, cosa che accadrà. Fino ad allora dobbiamo dimostrare senso di responsabilità e apertura. Diamo il messaggio all’Europa che questo Paese è in grado di fare tutto e andare avanti, e che ha oltre all’efficienza anche la responsabilità”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: