Marin

Interessante intervista rilasciata dal centrocampista del Cagliari Razvan Marin a La Nuova Sardegna. Il calciatore rumeno si è soffermato sulla sua esperienza in rossoblù, dai momenti precedenti alla firma fino all’attualità con la corsa alla salvezza. Ecco un estratto delle sue dichiarazioni:

DA DIFRA A SEMPLICI – “Con mister Di Francesco abbiamo parlato anche prima di venire a Cagliari e gli ho detto che potevo fare tutti i ruoli: mi sono messo a disposizione, ho fatto regista e mezzala ma da play non ho giocato molto nella mia carriera”, ha dichiarato Marin. “L’arrivo di Semplici? Ha portato maggiore libertà di interpretazione durante la partita: parla tanto con noi ed è sempre positivo. La salvezza la dobbiamo ai tifosi, alla società e ai tifosi. Il presidente Giulini? Lui ci carica. Il fatto che ci stia vicino è uno stimolo in più”. 

Il 1° maggio di SEMPLICI

CRESCITA – “Dal mio arrivo qui al Cagliari non mi sono mai pentito di essere venuto. Sapevo che sarei cresciuto e avrei avuto più spazio per esprimere le mie qualità. Ora conosco meglio la Serie A, è un calcio diverso da quello olandese. So che posso crescere ancora e voglio farlo, sempre con umiltà. In campo forse è cambiato lo spirito, diamo tutto sempre. Nove punti in tre gare non sono un caso, ma il frutto di grande lavoro. Ci salveremo perché lo vogliamo con tutte le nostre forze. La partita con il Benevento non la potremo sbagliare. Futuro? Ho tanta fiducia, vedrete che ce la faremo. Ho firmato fino al 2024, in questo momento penso solo alla salvezza”.

2 pensiero su “Cagliari, Marin: “Ci salveremo. Mai pentito di essere venuto. Con DiFra…””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: