Gravina Serie A FIGC

Dopo la Premier League, anche la Uefa e la Figc aderiscono allo sciopero contro il razzismo e nel weekend non utilizzeranno i propri profili ufficiali sui social.

Sono stati gli stessi enti a comunicarlo con una nota. Per loro boicottaggio dei social media dalle 15 di domani alle 23.59 di lunedì 3 maggio.

Uefa – Così presidente Uefa Aleksander Čeferin: “Ci sono stati abusi sia in campo che sui social media. Tutto ciò è inaccettabile e va fermato, con l’aiuto delle autorità pubbliche e legislative e dei colossi dei social media. Permettere che una cultura dell’odio cresca impunemente è pericoloso, molto pericoloso, non solo per il calcio, ma per tutta la società. Ecco perché sosteniamo questa iniziativa. È tempo che il calcio prenda posizione e sono rimasto colpito dalla solidarietà mostrata dai giocatori, dai club e dalle parti interessate. Esorto tutti – giocatori, club e federazioni nazionali – a presentare reclami formali ogni volta che giocatori, allenatori, arbitri o ufficiali sono vittime di tweet o messaggi inaccettabili. Ne abbiamo abbastanza di questi codardi che si nascondono dietro l’anonimato per spargere le loro ideologie nocive”.

Rispondi