Andrea Agnelli

“La SuperLeague non può andare avanti”, ha annunciato Agnelli. “Dobbiamo essere franchi e onesti, no. Evidentemente non è il caso, non proseguirà”. Ma nonostante tutto: “Resto convinto della bellezza del progetto, avremmo creato la miglior competizione nel mondo”. Poche dichiarazioni ma importanti quelle che arrivano ai microfono dell’agenzia Reuters da parte del numero uno della Juventus.

A seguito di quella che è stata una vera diaspora da parte delle società inizialmente interessate, anche il patron bianconero si è dovuto arrendere all’eventuale nascita della nuova competizione. Dopo le sei big inglesi, Arsenal, Manchester City, Manchester United, Chelsea, Tottenham e Liverpool, infatti anche l’Inter si era detta pronta all’addio alla Superlega.

Una vero flop per il progetto che, per ora, si ferma definitivamente.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: