Paratici

Fabio Paratici, dirigente della Juventus, a margine del match contro l’Atalanta, ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “La settimana di avvicinamento l’abbiamo vissuta in maniera uguale agli altri anni quando ci giocavamo lo scudetto. L’anormalità è stato vincere nove scudetti di fila. Giochiamo ogni partita per vincere e l’abbiamo vissuta come le altre volte”.

Sull’assenza di Cristiano Ronaldo per un problema al flessore:”Ha giocato tantissime partite. Doveva fare una gestione diversa in nazionale, poi ha dovuto giocare perchè il Portogallo doveva vincere anche la terza partita di qualificazione. Si è allenato questa settimana, ieri si è sentito un po’ carico ai flessori e, per il fatto di metterlo a rischio per una partita rispetto alle prossime che andremo a giocare, si è deciso di farlo riposare”.

Ancora su CR7 e il mercato: “L’ingaggio di Ronaldo? Dobbiamo essere tutti molto responsabili in quello che abbiamo già iniziato a fare perchè siamo in un momento di grande incertezza. Cristiano credo che sia non solo un calciatore, un atleta, uno sportivo ma un personaggio a tutto tondo di più alto livello e quindi il suo salario comprende tante cose che vanno al di là di quello che sono esclusivamente le reti che fa. E’ un discorso a parte come per pochi personaggi pubblici, non solo sportivi che ci sono. Io li chiamo personaggi planetari che vanno fuori ad una logica di sport e calcio”.

Sugli altri rumors di mercato, ed in particolare su quelli relativi a Donnarumma e Calhanoglu: “Le voci ci sono ogni giorno per ogni argomento di mercato. In questo momento noi siamo concentrati su quello che stiamo facendo, siamo molto contenti dei nostri calciatori e non siamo interessati a parlare di altri calciatori in questo momento della stagione”.

Un pensiero su “Juventus, Paratici: “Cristiano Ronaldo andava gestito meglio. Sul mercato…””

Rispondi