Mancini

“Partiremo per vincere, per riportare a casa l’Europeo che manca da 1968”. Queste le parole del ct della Nazionale italiana Roberto Mancini rispondendo alle domande dei cronisti durante la conferenza stampa di presentazione degli spot che lo vedono testimonial della campagna di promozione turistica delle Marche, la sua regione.

Il Mancio ha ricordato l’inizio della sua avventura in azzurro: “C’erano un po’ di difficoltà e di scoramento”, ha ammesso in riferimento alla mancata qualificazione al Mondiale in Russia. “Ma abbiamo creato grande feeling tra i ragazzi, qualcosa di speciale anche con quei 4-5 giocatori più esperti, credo sia stata la nostra forza”. “Abbiamo cercato fare calcio diverso dal solito: non vuol dire che saremo i migliori, alla fine conta vincere il Mondiale o l’Europeo. L’Italia quando parte per una manifestazione deve partire per vincere. Partiremo per vincere, riportare a casa l’Europeo che manca da 1968”. “Se la Nazionale ha riavvicinato la gente, – ha concluso Mancini – è perché ragazzi hanno fatto grande lavoro, si è creata una vera famiglia: sono felici di venire in Nazionale e dispiaciuti quando non giocano, credo sia la cosa più importante”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: