Ronaldo

Fabio Galante, storico ex difensore dell’Inter, è intervenuto nel corso della diretta Twitch di calciomercato.com, toccando diversi argomenti relativi alla squadra nerazzurra. Dall’attualità con Antonio Conte e il cammino in Serie A fino ad alcuni retroscena sul passato.

Sull’Inter di oggi: “Il tifoso interista quando è arrivato Conte lo immaginava come lo juventino, quando giocavo io grandi battaglie, grandi scontri, grandi casini quando si parlava di Inter-Juve… Però ha dimostrato di essere un grande professionista oltre che un grande allenatore. Penso che sia giustamente entrato nel cuore dei tifosi”.

Tornando indietro nel tempo: “Inter-Juve e il rigore di Iuliano su Ronaldo? Ricordo quel rigore. Non solo quella partita ma tutto l’anno, anno in cui sicuramente noi meritavamo qualcosina in più”. 

Infine un pensiero su Ronaldo, il Fenomeno: “Ci ho costruito una bella amicizia. Noi tutti provavamo felicità nel vederlo allenare, giocare e ovviamente segnare. In un calcio dove c’erano grandi giocatori, dai difensori agli attaccanti, il Fenomeno era più grande degli altri. La bellezza era vederlo fare delle cose che altri attaccanti – da Batistuta a Mancini, da Crespo a Trezeguet, da Del Piero a Totti – non facevano. Marcarlo in partitella? No, non mi faceva fare belle figure. Simoni me lo metteva sempre insieme. Taribo West faceva brutte figure e infatti aveva paura di qualche scarpata“. 

Rispondi