Swansea

“Quando è troppo, è troppo”. Con questo messaggio lo Swansea annuncia via social l’addio per una settimana ad ogni comunicazione sui vari profili ufficiali. Suoi e dei propri tesserati.

Una forte presa di posizione nei confronti degli abusi razzisti e delle discriminazioni perpetrate sui social media in questi ultimi mesi in Gran Bretagna nei confronti di diversi calciatori dalla Premier League alle serie minori. La società di Championship ha deciso di dire basta e di assentarsi per una settimana da ogni forma di comunicazione sui social.

“Tre elementi della nostra squadra hanno subito abusi nelle ultime settimane e abbiamo voluto prendere questa posizione. Un nuovo appello per attuare il cambiamento che è necessario ora e per il futuro. È assurdo che si parli ancora di razzismo e abusi di questo tipo. Gli aspetti positivi dei social media sono riconosciuti ma gli abusi disgustosi e vili a cui assistiamo ogni giorno sono del tutto inaccettabili. Siamo una famiglia e lotteremo sempre fianco a fianco, sia in campo che per aiutare a combattere le ingiustizie. Quando è troppo è troppo”. Queste le parole del club.

Rispondi