Allegri

L’ex mister anche di Milan e Juventus Massimiliano Allegri ha rotto il silenzio che durava ormai da tanto tempo, dopo l’addio alla Vecchia Signora. Il tecnico livornese, intervenuto ai microfoni di Sky nel corso della trasmissione Calcio Club ha affrontato diversi temi legati all’attualità calcistica ma anche al proprio futuro.

Allegri: tra futuro e Serie A

“Del futuro non so ancora niente. Ma a giugno voglio tornare, mi diverte ricominciare ad allenare”, ha annunciato Allegri senza esitazione riguardo al desiderio di ricoprire di nuovo il ruolo di allenatore. “Se lo farò alla Juventus? No, c’è Pirlo che sta facendo bene. Quando allenavo guardavo poche partite, mi annoiavo. Ora invece tante, anche per cercare di capire le sostituzioni, ma non ne indovinavo una. Ho fatto delle riflessioni, penso che per il calcio italiano dobbiamo rimboccarci tutte le maniche, le eliminazioni delle italiane debbano farci riflettere”.

Un pensiero anche sui calciatori più importanti: “Se scelgo Cristiano Ronaldo o Messi? Sono due giocatori diversi. Uno è più grande (CR7), uno è più forte (Messi). Su Haaland si può lavorare tecnicamente, ma ha un potenziale incredibile, su 10 metri te ne leva 7”.

Rispondi